Come sarà la casa del futuro? Come sarà la casa del futuro?

In un periodo storico dove tutto è sempre più smart, ci si chiede: come sarà la casa del futuro?
Le ricerche lo dicono in modo inequivocabile, e che lo si voglia o no, la casa sarà sempre più intelligente!

Un interessante spunto di riflessione quello di ELLE DECOR Italia che, per la Milano Design Week di quest’anno, ha organizzato una mostra-installazione presso Palazzo Bovara, edificio di rilevante importanza per aver ospitato Stendhal nell’Ottocento ed esser stato ristrutturato da Piero Portaluppi nel secondo dopoguerra.
Soft Home. Interiors and Digital Experience” è una casa accogliente e confortevole, in cui convivono passato, presente e futuro. E’ un luogo dove la tecnologia rende la vita più facile, crea bellezza e aiuta le relazioni interpersonali.
Il percorso è fatto di esperienze sensoriali dovute ad applicazioni di tecnologie di ultima generazione studiate e messe a punto da H-Art, atelier creativo di Roncade (TV), ed integrate in un progetto di Interior Design dello studio UdA Architetti, che ha saputo inserirsi notevolmente nel contesto Neoclassico di Palazzo Bovara: interessante la struttura leggera fatta da un sistema di telai che hanno ridefinito la spazialità interna, riducendola ad una dimensione domestica e collegando i vari ambienti.

I visitatori vengono accolti da un Giardino Domestico indoor di Marco Bay, con una composizione di piante ispirate al libro della giungla e che dialogano con un gioco di specchi di UdA. E’ lo stesso Bay che realizza il Salotto Open Air nel cortile interno, dove una serie di quinte verdi disegnano stanze all’aperto.

Il Giardino Domestico

Il Giardino Domestico con piante Cappellini Giardinieri, luci Davide Groppi, specchi Vetreria Voleno Felice, pareti Be Different, carta da parati Effeitalia per Arte e tessuti Nya Nordiska

 

Il Salotto Open Air

Il Salotto Open Air con struttura Pratic e Italywarm; cucine Minacciolo e arredi Living Divani

Dal verde si passa a una serie di salotti dai nomi evocativi e allestiti con la collaborazione di diversi brand di design Made in Italy.

Nel Salotto Spettacolare troviamo un selettore di mood che sostituisce il telecomando del televisore.

Il Salotto Spettacolare

Il Salotto Spettacolare con arredi e complementi Baxter; pannelli Baux; boiserie Abet Laminati; moquette Besana Moquette; tessuti Nya Nordiska e luci Penta e Nemo.

Il Salotto Smemorato si presenta con 10 schermi a parete che mostrano fotografie in sequenza e miniclip: un vero e proprio album di famiglia con istantanee sui momenti più importanti della vita degli abitanti della casa.

Il Salotto Smemorato

Il Salotto Smemorato

Nel Salotto Ispirato, infine, trova luogo una galleria continua di opere digitali di artisti internazionali.

Il Salotto Ispirato

Il Salotto Ispirato con piante Cappellini Giardinieri, arredi e complementi Moroso, boiserie Abet Laminati; pannelli Baux; moquette Besana Moquette, tessuti Nya Nordiska e luci Fontana Arte e Penta.

Prima di arrivare nella zona notte, lungo il percorso, si incontra la Galleria Squillante: un corridoio interattivo dove è possibile ascoltare il suono delle superfici che diventano degli strumenti musicali.

La Galleria Squillante

La Galleria Squillante con rivestimenti Marazzi, Itlas, Citco, Istituto Italiano del Rame, Be Different; carta da parati Effeitalia per Arte, moquette Besana Moquette e tessuti Nya Nordiska.

Seguono la Camera Onirica, la stanza più intima della casa, luogo dove ci si abbandona totalmente ai sogni e che è possibile rivederli sfiorando la copertina del Dream Diary. Altra presenza importante è l’armadio che suggerisce l’outfit giusto a seconda degli impegni e del meteo.

La Camera Onirica

La Camera Onirica con arredi Poliform, Kartell; biancheria Frette; specchio Vetreria Voleno Felice

Il Bagno Lezioso, con vasca-relax e doccia energizzante, è uno spazio dedicato alla cura e alla bellezza del corpo. Qui troviamo lo specchio parlante in grado, cioè, di darci consigli su make-up, su come è possibile riutilizzare l’acqua consumata e ci informa sulle notizie che provengono dal mondo.

Il Bagno Lezioso

Il Bagno Lezioso con sanitari e oggetti Zucchetti, Laufen, Kartell, Lema, Culti Milano; specchio Vetreria Voleno Felice; moquette Besana Moquette; rivestimenti Marazzi e luci Fontana Arte e Penta

Vi è anche un’attenzione per il benessere con la Comfort Zone, in cui il tapis roulant simula una corsa all’aperto, e per l’arte culinaria con la Cucina Croccante, dove il percorso si conclude nel segno della convivialità intorno al tavolo digitale che ci invita a preparare il nostro piatto personalizzato, mentre scorrono gli ingredienti disponibili in dispensa: a seconda della situazione è possibile scegliere il proprio menu.

 

La Comfort Zone

La Comfort Zone con tapis roulant Technogym; sauna Effegibi; moquette Besana Moquette

 

La Cucina Croccante

La Cucina Croccante con cucina Boffi; tavolo Dasalto; sedie, orologi, piatti, caraffe e lampade Kartell

Una nuova visione dell’abitare, quindi, in cui il digitale amplia gli spazi e i gesti quotidiani coinvolgendo emotivamente le persone. Ma lo stare in casa sarà davvero il nuovo uscire?
A&D

Submit a Comment