ETEREO MA NON TROPPO ETEREO MA NON TROPPO

Ogni nuovo lavoro è per noi un momento di studio e di ricerca. Un momento in cui si fa “tabula rasa” e si inizia con l’esplorare nuove sensazioni e nuovi concetti.
Adoriamo i pezzi di arredo che hanno una storia da raccontare. Quelli che sanno di autentico e dalla patina che solo il tempo è capace di dare. Mischiati, magari, anche a pezzi di design. Ma ciò che stiamo realmente cercando di fare è di lavorare in maniera sostenibile e semplice.

Ecco perché ci siamo innamorati di questo appartamento in cui gli architetti dello Studio Oink sembra abbiano messo in pratica tutto quello che stiamo cercando.

 

Il pavimento è stato completamente sostituito con il parquet a spina di pesce nell’ingresso, nella cucina e nel bagno.

 

 

 

Nelle altre stanze, con spazi molto piccoli, il bianco fa da sfondo agli arredi che sono i veri protagonisti di questa casa: oggetti di antiquariato si mischiano ad arredi contemporanei e di design. La stufa è quella originale anche se non più funzionante.

 

 

La cucina di recupero è stata ristudiata completamente: al vecchio modello Ikea  sono stati aggiunti nuovi pensili e inserito un nuovo top in compensato a vista.

In camera da letto le morbide tende, in contrasto con l’enorme tappeto, nascondono la TV.

La soluzione della vasca e doccia insieme ottimizzano lo spazio. Il lungo lavandino, invece, nasconde lavatrice ed asciugatrice.

 

Sono solo alcuni escamotage da copiare se si ha un appartamento dalle dimensioni ridotte.

Hai bisogno di una consulenza per la tua casa?

Contattaci per aver il progetto dei tuoi sogni.

 

Submit a Comment