Padiglione Cina: la ricerca dell’equilibrio tra uomo e natura nella forma delle onde di grano Padiglione Cina: la ricerca dell’equilibrio tra uomo e natura nella forma delle onde di grano

Ospite di punta dell’ Expo di Milano, la Cina partecipa all’ esposizione con tre padiglioni distinti.

Con una superficie di 4.590 mq, il padiglione nazionale accoglierà i visitatori con il tema “Terra di speranza, cibo per la vita”, fortemente orientato alla sostenibilità ecologica e alimentare, alla valorizzazione delle tradizioni e alla necessità di trovare il giusto equilibrio tra sviluppo economico e preservazione del pianeta. Il filo conduttore è la ricerca di equilibrio tra gli esseri umani e l’ambiente, tra l’umanità e la natura. Come il contadino cura e protegge la sua terra, così il popolo deve custodire il Pianeta.

domus-05-china-expo

Il progetto architettonico, elaborato da un consorzio formato dalla Tsinghua University e dal Beijing Qingshang Environmental & Architectural Design Institute, è ispirato agli ideali di armoniosa convivenza e sostenibilità ambientale: il progetto del grande padiglione dell’Expo 2015 di Milano è ispirato alle onde di grano, ovvero alle onde che si generano sui grandi campi coltivati a grano, che vanno a combinarsi, in maniera suggestiva, con le linee architettoniche tradizionali cinesi, dando vita a una struttura in parte “urbanamente riconoscibile”, in parte ispirata a immagini naturali.

China-pavilion-Expo-2015-Milan-preview-02

 

Concepito come una struttura in legno che fa riferimento al sistema “a travi sospese” dell’ architettura tradizionale cinese, il tetto del padiglione utilizza anche la tecnologia moderna per creare lunghe campate adeguate alla natura pubblica dell’ edificio. Il tetto è ricoperto di pannelli che fanno riferimento al tradizionale rivestimento in tegole di ceramica, reinterpretate come grandi foglie di bambù che migliorano il profilo del tetto, mentre ombreggiano gli spazi pubblici sottostanti. Concepiti come schermi a strati, questi pannelli aggiungono consistenza e profondità al tetto del padiglione e creano suggestivi effetti di luce e di trasparenza, permettendo un filtraggio ottimale della luce solare e un risparmio in termini di consumi energetici.

page_01

China-pavilion-Expo-2015-Milan-preview-03

China-pavilion-Expo-2015-Milan-preview-06Un’area di attesa accoglierà i visitatori con schermi LCD grazie ai quali potranno iniziare a confrontarsi con il padiglione e i suoi contenuti. Un’area “Paradiso” mostrerà, attraverso installazioni multimediali, i 24 periodi del calendario agricolo cinese, corrispondenti alle diverse posizioni del sole, e il loro significato nella cultura e nella produzione agricola del Paese. Il viaggio continuerà attraverso l’area “Human” dedicata alla rappresentazione di 16 elementi tipici della tradizione e dalla cultura cinese: dalle iscrizioni su ossa oracolari della provincia di Henan, la più antica forma di scrittura in Cina, agli spettacolari terrazzamenti di riso della provincia di Yunnan, dal 2013 patrimonio dell’Unesco; dalla cultura del tea della provincia di Fujian fino al riso ibrido sviluppato dal professor Yuan Longping.

domus-04-china-expo

L’area “Terra” immergerà il visitatore nella natura multiforme del paesaggio cinese, fra campi sterminati, fiumi e montagne che, grazie all’uso di tecnologie a fibra ottica, attraverseranno le varie stagioni dell’anno. L’ultima area, dall’evocativo titolo “Armonia”, sarà il cuore del Padiglione cinese e ne rappresenterà il messaggio principale: la ricerca di quell’equilibrio tra uomo e natura, propria della filosofia cinese e perseguita attraverso i grandi passi compiuti nell’uso razionale delle risorse e nell’impegno verso uno sviluppo sostenibile.

 

Il padiglione della Cina all’Expo 2015 di Milano sarà inoltre animato da numerosi eventi: performance di tipo teatrale, scambi culturali, conferenze, forum e seminari che si susseguiranno di continuo per intrattenere, informare e invitare alla partecipazione i visitatori. Non mancheranno inoltre alcuni grandi chef che prepareranno piatti tradizionali cinesi e spettacoli culinari.

 

La presenza di visitatori cinesi sarà notevolissima all’Expo 2015, se si considera che secondo una stima nemmeno troppo aggiornata, sono già stati venduti mezzo milione di biglietti dai tour operator cinesi.

A&D

Submit a Comment