‘Soft Repairing’, un nuovo modo per rinnovare senza demolire ‘Soft Repairing’, un nuovo modo per rinnovare senza demolire

Sempre più persone hanno l’irrefrenabile impulso di intervenire sulla propria casa, migliorandola dal punto di vista energetico, funzionale ed estetico.

Hai mai sentito parlare di Soft Repairing?
E’ una soluzione che sta prendendo sempre più piede, ristrutturando sì ma senza demolire.
A volte pensare di affrontare una ristrutturazione può farci abbandonare l’idea se solo si pensa allo stress, fatto di polvere e macerie da cantiere.
Con il ‘restauro dolce’ la ristrutturazione avviene in maniera più semplice e, sicuramente, in maniera più economica.

unnamed

Per avere la casa che desideri basta poco. In foto un cambio look grazie alla carta da parati che da profondità all’ambiente e mette in risalto gli arredi. (Foto via Pinterest)

Prima di tutto bisogna capire quali lavori fare e in quale tipologia di interventi rientrano.
Per lavori come il cambio di volumetria o lo spostamento di muri si avrà bisogno di incaricare un professionista che si occuperà del progetto, delle pratiche edilizie indispensabili da inoltrare al Comune e della direzione dei lavori.
Se si pensa a lavori di manutenzione ordinaria, quei lavori cioè che includono la sostituzione di pavimenti e rivestimenti, il rinnovo di serramenti o piccole modifiche agli impianti, non avrai bisogno di alcuna pratica edilizia, ma di tanta buona volontà e una buona organizzazione.
Esistono diverse tecniche smart che ti aiuteranno a risparmiare tempo e denaro: gli alleati della ristrutturazione senza cantiere dimezzano i tempi di posa, facendoti guadagnare tempo e non costringendoti a lasciare casa per il tempo dei lavori!
Vuoi saperne di più?
Seguici per tutta l’estate sui nostri social, dove potrai trovare consigli e DIY interessanti!
A&D

Submit a Comment